Ricerca Avviata

Presentazione

LA NOSTRA SCUOLA . PRESENTAZIONE

Cenni storici del nostro Istituto L’istituto nacque il 1 ottobre 1964, data in cui fu fondata la 3° Scuola Media Statale - Parco Coppola - Aversa. Negli anni successivi, espletate le pratiche burocratiche, fu denominata Scuola Media Statale "G. Pascoli". Sorse con sedici classi, ma con il passare del tempo il numero degli alunni si incrementò notevolmente, fino a raggiungere la cifra di circa 1200 allievi. Nell' a.s. 1988/1989 fu decretato lo sdoppiamento dell’istituto e fu istituita la 5° Scuola Media Statale (attualmente denominata " de Curtis”); successivamente nel 1990 , fu costruito un apposito edificio in via Ovidio, ove attualmente la nostra scuola ha sede. Dall’anno scolastico 2008/2009 al 2019/2020 l’istituto è stato guidato dalla Dott.ssa Maria Rosaria Bocchino; a partire dall’anno scolastico 2020-21, dirige la scuola la Dott.ssa Filomena Simonelli. Attualmente, è una scuola di dimensioni medie con un’unica sede ,in grado di ospitare 758 alunni suddivisi in trentadue classi. Identità e storia di AVERSA La scuola secondaria statale di 1° grado “G. PASCOLI” sorge nel Comune di Aversa, provincia di Caserta,nel cosiddetto Agro Aversano. Elevata a città con decreto del Presidente della Repubblica del 10 ottobre 1990, Aversa è il secondo Comune più popoloso della provincia ed ha una ricca storia. Il territorio raggiunge una quota di 29 m s.l.m. ed è costituito da terreno ad elevata fertilità. La città,fondata nel 1030 ad opera del cavaliere normanno Rainulfo Drengot, , fu eretta sul preesistente villaggio di San Paolo, e divenne ben presto la prima contea normanna dell’Italia meridionale. Il centro storico di Aversa è caratterizzato da una pianta radiocentrica, riscontrabile solo nell’ area franco-normanna e nell’ Europa del nord; tale modello è paragonabile in parte ad altre località dell’Italia meridionale (Melfi, Putignano. Noto, Lucera, Andria), dove la componente normanna contribuì in modo incisivo a strutturare ed organizzare il territorio. La città normanna inglobò nel suo perimetro il nucleo originario, costituito da un complesso religioso ( Sanctum Paulum at Averze), e per lungo tempo ebbe un importante ruolo di aggregazione e fu il punto di riferimento per i villaggi circostanti. La città si sviluppò rapidamente e diventò un centro di studi letterali, grammaticali e di diritto. Molti edifici di pregio furono costruiti sotto le dominazioni angioina ed aragonese, come pure tanti edifici per il culto religioso, tanto che Aversa viene ricordata come la città dalle cento chiese. Negli ultimi cinquanta anni, Aversa ha vissuto un vero e proprio boom edilizio, non regolamentato da seri interventi di pianificazione, ed è così cambiata la morfologia del territorio, senza tener conto delle risorse storiche e ambientali, né delle esigenze ricreative e culturali di una popolazione in crescita, trascurando la realizzazione di infrastrutture essenziali.

 

 

Tutti gli allegati

Non sono presenti allegati.